Pedana Delos

 

PREVENZIONE:

Prevenzione delle cadute e dei traumi

 

RIABILITAZIONE:

Riprogrammare la stabilità posturale ed il controllo propriocettivo

 

SPORT:

Favorire e mantenere prestazioni di alto livello

 

E' un sistema computerizzato estremamente evoluto che consente di indagare l'influenza dell'informazione propriocettiva, visiva e vestibolare sul controllo posturale e sul movimento in varie situazioni sensoriali e di appoggio.

Il sistema propriocettivo è coinvolto anche nella risposta effettrice, in quanto dai fusi neuro muscolari dipende la possibilità di modulare finemente la risposta muscolare.

Fino ad ora l'evoluzione dell'allenamento si è principalmente basata sull'aumento dei carichi di allenamento, spesso con un conseguente del rischio di patologia da sovraccarico funzionale.

E' possibile invece invertire questa metodica con un aumento delle prestazioni associato ad una riduzione dei carichi di lavoro.

Quindici anni di ricerca e migliaia di test effettuati hanno permesso di sviluppare la tecnologia di riferimento per la valutazione delle strategie di controllo dell'equilibrio e del movimento e la riabilitazione funzionale.

Nasce il Metodo Riva, ovvero l'attivazione visuo-propriocettiva ad alta frequenza, che dal 1997 detiene i titolo di leader in propriocezione e controllo posturale statico e dinamico.

Con tempi di applicazione brevi e periodi di trattamento limitati, la Metodologia Delos (basata sul Metodo Riva) consente di ottimizzare il controllo motorio e riprogrammare gli equilibri posturali nell'intera popolazione (adolescenti, atleti, disabili, anziani, ...), rappresentando un notevole vantaggio competitivo e con risultati facilmente spendibili in comunicazione.

L'intero sistema è gestito dal Delos Postural Proprioceptive System [DPPS 4.0], un software che consente di effettuare 5 test che indagano l'influenza dell'informazione propriocettiva, visiva e vestibolare sul controllo posturale e sul movimento in varie situazioni sensoriali e di appoggio (statico e dinamico, monopodalico, bipodalico, seduto e marciando sul posto).

Il sistema Delos si basa su uno o più lettori posturali [DVC] di cui è possibile la visualizzazione del feedback [posturogramma] e sulla tavola basculante elettronica [DEB] che consente di agganciare i centri sottocorticali del soggetto al tracking visivo visualizzato sul monitor in tempo reale.

Tale aggancio induce flussi propriocettivi ad alta frequenza in grado di riprogrammare il sistema di controllo posturale e del movimento.

Con Delos Postural Proprioceptive System è possibile creare programmi personalizzati di rieducazione funzionale, allenamento e prevenzione o e scegliere tra più di 500 protocolli e sedute di lavoro predefiniti in base alla patologia o alle esigenze di allenamento dell'atleta.

Sulla base dei dati raccolti in oltre 10 anni di ricerca ed applicazione del sistema, il software consente inoltre il confronto e l'interpretazione dei risultati con refertazione automatica.

La Metodologia Delos è praticata da professionisti qualificati (medici, terapisti della riabilitazione, preparatori atletici, tecnici sportivi) che condividono l'importanza della ricerca, della valutazione funzionale e dell'efficacia terapeutica, dell'utilizzo di tecnologie evolute, che vogliono soddisfare le più alte aspettative dei propri pazienti/clienti garantendo un elevato standard di professionalità nell'applicazione del Metodo Riva.

 

IN RIABILITAZIONE

  • Valutazione della stabilità posturale bipodalica, monopodalica, seduto
  • Valutazione delle strategie posturali
  • Precauzionale, propriocettiva, visiva, visuo-propriocettiva, vestibolare
  • Instabilità funzionale: prevenzione e riabilitazione
  • Caviglia
  • Ginocchio
  • Rachide
  • Antero-retroversione bacino
  • Articolazione toraco-scapolo-omerale
  • Instabilità posturale (mono e bipodalica)
  • Valutazione del rischio di caduta
  • Prevenzione delle cadute
  • Lesione legamento crociato
  • Riabilitazione pre-chirurgica preparatoria alla ricostruzione
  • Riabilitazione pos-chirurgica
  • Patologie del piede
  • Riabilitazione del piede piatto
  • Riabilitazione nelle patologie dell'appoggio
  • Paramorfismi giovanili
  • Riprogrammazione assetto rachide-bacino nelle ipercifosi e iperlordosi
  • Scoliosi
  • Stabilizzazione funzionale del rachide
  • Attenuazione delle curve
  • Rachide cervicale
  • Riabilitazione delle distorsioni
  • Riabilitazione nelle sindromi vertiginose di origine cervicale
  • Lombalgie croniche e/o recidivanti: prevenzione e riabilitazione
  • Artrosi dell'anca e del ginocchio
  • Riabilitazione preparatoria alla protesizzazione
  • Riabilitazione post-chirurgica
  • Rallentamento del processo artrosico (aumento stabilità funzionale)
  • Patologie ortognatodontiche e temporo-mandibolari
  • Riprogrammazione posturale pre-post apparecchi ortodontici e pre-post implantologia

NELLO SPORT

  • Disturbi dell'equilibrio
  • Alterazioni visuo-posturali
  • Post-ictus
  • Post-trauma cranico
  • Alterazioni vestibolari
  • Malattia di Parkinson
  • Prevenzione cadute e incurvamento dorso
  • Riprogrammazione del cammino
  • Sclerosi multipla: miglioramento dell'autonomia e della resistenza del cammino
  • Varici
  • Preparazione pre-chirurgica agli interventi di safenectomia
  • Riabilitazione post-safenectomia
  • Insufficienza venosa arti inferiori: prevenzione e riabilitazione
  • Osteoporosi: prevenzione e induzione del rimodellamento osseo
  • Incurvamento del dorso: prevenzione e riabilitazione
  • Patologie dell'occhio
  • Riprogrammazione dopo cambiamento lenti, pre-post intervento di cataratta, nelle maculopatie
  • Valutazione e minimizzazione dell'entropia (con automatico miglioramento dei gesti tecnici)
  • Prevenzione del sovrallenamento e monitoraggio dello stato di forma per l'ottimizzazione dei carichi di allenamento
  • Ottimizzazione delle capacità coordinative di base
  • Aumento della forza e potenza esprimibile (correre, saltare, ecc)
  • Prevenzione infortuni e recupero post-traumatico
  • Riduzione della spesa energetica negli sport di durata
  • Prevenzione delle patologie da sovraccarico funzionale (tendiniti, periostiti, ecc)
  • Prevenzione delle lesioni muscolari
  • Sviluppo della forza della muscolatura stabilizzatrice del tronco come preventivo delle lombalgie ed ernie discali nello sport

Parere medico

Video interviste

Domande e Risposte

patologie il

tecniche il

studio7dx